Lupin III, la sigla buona

La sigla italiana della nuova serie dedicata al ladro gentiluomo Lupin III ha fatto incazzare molti. Facciamo un salto nel passato. Con la sigla sopra siamo nel 1977, seconda opening della seconda serie. Una scelta a caso tra le numerose che scandiscono i diversi segmenti della serie originale. Cosa c’è di giusto? Praticamente tutto. Il tema musicale detta il ritmo di presentazione dei personaggi, non c’è bisogno di particolari diascalismi, solo di tanto stile. Profuma ancora di seventies, quando non di sixties, che è la cosa che continuiamo a chiedere a Lupin, nato nostalgico, oltre che trombatore, ancora oggi nel 2015. Indovinate comè la nuova sigla? Identica. Non c’era bisogno di cambiare una virgola. Lupin è un marchio, e anche con una opening che di fatto nel panorama giapponese è “solo” ordinaria amministrazione si vince tutto. Ed era così difficile?

L'autore /


"Un coniglio grande e possente. Suoi simboli sono il martello onniveggente e la falce vendicativa." - UrbanDictionary.com -

Articoli correlati

La Revoluciòn Social!